Grande soddisfazione per una start up siciliana che si sta imponendo al Premio Marzotto 2017 con un’attrezzatura olearia brevettata da un frantoiano visionario e sognatore. La novità? L’aver innovato e migliorato il sistema a presse tradizionale, in modo da rendere l’estrazione olearia veloce ma di qualità, con un incremento produttivo del 20 per cento.

Si può essere startupper (di successo) a 63 anni? Sì, succede a Nicosia, in provincia di Enna. È la storia di BioSpremi, impresa del settore agricolo che sta rivoluzionando il mondo dell’estrazione dell’olio. E non solo.

Vulcanic.it Leggi l'articolo

Come la fenice ecco il geniale che rinasce dall’antico. La sapienza che scaturisce dall’esperienza e dalla passione, mi piacerebbe saperne di più.

Frantoio Tognoni

Tra le diverse tipologie aziendali presentate, dal mondo delle App che facilitano la vita dei diversamente abili al medical biotech per applicazioni sulla salute umana, una nostra ‘vecchia’ conoscenza è stata premiata nell’innovazione del foodtech, si tratta dell’attrezzatura olearia BioSpremi da Nicosia (Enna).

Scelte di Gusto - Magazine online leggi

L'idea di migliorare e perfezionare i metodi applicati alla spremitura agroalimentare nasce ben 12 anni fa nella mente di un frantoiano e meccanico sopraffino, Antonino La Greca. Dopo anni di studi, tentativi e modifiche è nata BioSpremi.

Edison Pulse - progetto: ##trasformazioneAgroalimentare leggi

Tra i vincitori del “Premio Marzotto 2017“, che ha visto premiate 35 start-up nazionali con il più alto indice innovativo, troviamo una importante novità nel settore food tech. Si tratta di BioSpremi, sistema di estrazione olearia più moderno e veloce rispetto alle presse tradizionali, con un occhio di riguardo alla qualità, visto che con tale nuovo sistema “si registra un incremento produttivo del 20 per cento”.

Salva l'olio - magazine online leggi

Si tratta di una macchina incredibile che si chiama Bio Spremi A 500; un brevetto di Antonino La Greca: che si è inventato un modo tutto nuovo di “spremere” le olive ma non soltanto loro. Dina La Greca, giornalista e responsabile marketing per il progetto, ci spiega meglio.

Jane Doe - Designer leggi